Come mostrare gli articoli correlati su WordPress

Articoli correlati su WordPress

Quante volte ti sarà capitato di leggere un articolo su internet, notare un post interessante alla fine di esso, e leggere anche quello? In questa guida andremo a scoprire come inserire gli articoli correlati su WordPress in modo semplice e veloce, anche se il nostro tema non li supporta di default.

Gli articoli a fondo pagina sono super interessanti e utili, ed in questa breve guida andremo a capire come utilizzarli per coinvolgere maggiormente i nostri visitatori.

Hosting professionale per WordPress e ad alte prestazioni. Scopri i pacchetti disponibili su Xlogic per il tuo sito web.

Inserire gli articoli correlati su WordPress permetterà, infatti, che i tuoi utenti possano trovare maggiormente articoli di loro interesse, facendo sì che visitino più pagine del sito e, di conseguenza restino maggiormente su di esso.

Inserire gli articoli correlati su WordPress tramite plugin

Un altro aspetto positivo dall’aggiungere dei post collegati al tuo articolo sta nel fatto che maggiore sarà la facilità con cui un utente trova articoli interessanti, maggiore sarà la possibilità che torni a visitare il tuo sito internet.

Inoltre, anche il posizionamento sui motori di ricerca degli stessi articoli migliorerà. Il tempo di permanenza, le pagine visitate sono tutti elementi che aiutano Google & co. a capire quanto sia interessante il tuo sito internet.

Il metodo più semplice per aggiungere questo strumento al nostro blog è tramite l’installazione di un plugin. Andiamo quindi a conoscere quali sono i plugin migliori per inserire gli articoli correlati su WordPress.

Related Posts Thumbnails

Il primo plugin che vogliamo presentarti è Related Posts Thumbnails. Questo plugin è molto semplice da utilizzare e permette in pochissimo tempo di avere gli articoli correlati su WordPress. Ad installazione avvenuta, un nuovo menu sarà presente nella barra sinistra per poter gestire le impostazioni.

Related Posts Thumbnails permette di personalizzare l’aspetto sia tecnico che grafico degli articoli correlati. Potremo, infatti, selezionare il numero di post da vedere a schermo, impostare una data limite da cui partire, preferire solo alcune categorie e scegliere lo stile dei testi e i colori.

Pannello impostazioni del plugin per gli articoli correlati su WordPress
Pannello impostazioni del plugin per gli articoli correlati su WordPress

Inoltre, il plugin ci permette di decidere quale sia la relazione con l’articolo appena letto. Possiamo decidere tra: categorie, tag, categorie e tag, casuale oppure preferire un approccio personalizzato.

Una volta attivato il plugin sarà subito visibile dopo l’articolo, ma potremo anche personalizzare la sua posizione attraverso uno shortcode, o ancora inserirlo nella sidebar/footer tramite il comodo widget.

Contextual Related Posts

Un altro plugin che permette di aggiungere gli articoli correlati su WordPress è Contextual Related Posts. Il plugin vanta oltre ottantamila installazioni con rating di 5 stelle. Una volta installato troveremo il menu delle opzioni sotto la voce “Impostazioni – Related Posts“.

Pannello impostazioni di Contextual Related Posts
Pannello impostazioni di Contextual Related Posts

Il plugin si inserisce in automatico e permette di selezionare anche dove visualizzarlo nella pagina dell’articolo: prima, dopo, al suo interno. Contextual Related Posts è davvero molto ricco di impostazioni e tramite il suo pannello potremo gestire ogni aspetto degli articoli correlati.

Oltre all’inserimento automatico degli articoli, potremo utilizzare shortcode e widget per inserirli dove meglio vogliamo. Inoltre, è possibile scegliere come il plugin debba trovare gli articoli correlati.

Ad esempio, possiamo aggiungere gli articoli in base al loro titolo e contenuto, e ordinarli grazie ad un apposito menu in dropdown. Le opzioni di personalizzazione sono davvero tante ed elencarle tutte è impossibile.

Conclusioni

In questa guida abbiamo analizzato alcuni plugin che ci permettono di aggiungere gli articoli correlati su WordPress. Ovviamente, prima di aggiungere uno di questi plugin controlla sempre che il tuo tema non supporti già questa funzione.

Molti temi, soprattutto premium, hanno già questa funzione nelle impostazioni generali dei post. Inoltre, risparmieresti del tempo ed il risultato grafico sarebbe sicuramente più in linea con il sito in generale.

Ci piacerebbe conoscere la tua opinione ed esperienza, quindi facci sapere tramite il box in basso se utilizzi uno di questi plugin, e se è stato facile aggiungere gli articoli correlati su WordPress.

Scegli il piano hosting più adatto al tuo sito web WordPress grazie a Netsons. Hosting personali e business a prezzi allettanti.

Piaciuto l'articolo? Condividilo sui social!

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *